Educare è sinonimo di togliere

Educare è sinonimo di togliere

“A mio figlio non ho mai fatto mancare niente!”
“È una grande idiozia! Perché il compito di un genitore è far mancare qualcosa.”
Paolo Crepet.

Se sei stato servito e riverito come un piccolo Lord sul divano, ti hanno svegliato, ti hanno portato a scuola, e poi ripreso, organizzato nei minimi dettagli la vita… Se non ti manca nulla, a cosa ti serve la curiosità, l’ingegno e il talento? Cosa farai della tua vita?

Agli educatori e ai genitori, manca il coraggio di dire no, il coraggio di bocciare, di credere che può farcela con le sue forze.
Le persone in difficoltà vanno aiutate (io aiuto una nonnina di 94 anni ad attraversare la strada), ma i figli possono farcela anche senza le nostre telefonate giornaliere, il nostro “aiuto da casa”, il nostro sostituirsi a loro che vuol dire “siccome tu non ce la fai, per fortuna ci pensa mamma/papà”.
Pensiamo a “sistemare” un figlio come si “sistema” un vaso cinese. Eppure abbiamo messo al mondo anime, non oggetti. Le anime non devono essere sistemate, vanno dove devono andare.
Un genitore è un istruttore di volo che deve insegnare a volare, non è un ricattatore.
L’amore è vederli volare e non desiderarli sempre con noi, questo è l’esatto contrario, è egoismo.
Crepet chiede ai genitori:
“Perché siete così cattivi? Perché non parlate di felicità con i vostri figli?”
Siate capitani delle vite dei vostri figli e fidatevi di loro.

Arianna Orrù – Marika Saggiorato

Foto: Millet – Primi passi

Leave a Reply

Your email address will not be published.