Level Up e intimità emotiva adolescenziale

Level Up e intimità emotiva adolescenziale

Sabato 23 novembre si è svolto a Roma, presso la facoltà di Medicina di Tor Vergata, il Convegno Cipa su “Counseling e Intimità”, ovvero nuove modalità d’intervento nell’approccio integrato.

I relatori si sono alternati per un confronto sul tema dell’intimità e su come essa possa essere la chiave per stabilire relazioni funzionali. 

Entelechia ha dato il suo contributo approfondendo l’intimità emotiva adolescenziale alla luce dei risultati ottenuti presso la scuola secondaria di primo grado “Virgilio” (Anzio V) con l’applicazione del modello “Level Up”.

Lo school counseling infatti, attraverso la condivisione, il sigillo di un’alleanza, l’ascolto attivo ed empatico può sostenere i ragazzi nella fase adolescenziale e aiutarli a gettare le basi per costruire relazioni intime e autentiche.

Le neuro scienze ci informano che durante l’adolescenza  avviene una “potatura” (detto pruning) della materia grigia, un processo di sviluppo importante in cui vengono eliminate le sinapsi superflue. Usando una metafora, è come se i nostri adolescenti si trovassero al gate d’imbarco dell’aeroporto e si accorgessero di avere una valigia che supera il peso consentito, si trovano quindi ad eliminare gli indumenti che non hanno mai utilizzato o che ritengono non serviranno per il viaggio. 

Alla luce di questo importante processo, l’adolescenza non è una fase complicata da superare in fretta, ma bensì un periodo dello sviluppo da valorizzare in modo adeguato. Siamo noi gli adulti di riferimento che contribuiscono a formare  l’ambiente che modella  il cervello adolescenziale. In pratica abbiamo l’onere di aiutare i nostri ragazzi a selezionare quali indumenti (=sinapsi) conservare per il viaggio verso l’adultità!

Essere intimi significa condividere uno spazio interiore, spazio di intenzionalità: pensieri, sogni, emozioni, silenzi.

Tramite il modello LevelUp, utilizzando laboratori esperienziali e giochi cooperativi, i ragazzi sperimentano a scuola un’intimità cognitiva, ovvero condividono pensieri e idee; un’intimità emozionale, si sentono a loro agio nel condividere emozioni e vissuti; un’intimità esperienziale, svolgono attività ludiche in perfetta sinergia che li porta ad agire all’unisono e a sviluppare lo spirito di gruppo. 

L’intimità è un cammino verso l’umano che si costruisce sulla sensazione di essere apprezzati e accettati dall’altro. È  la possibilità di palesare la propria vulnerabilità, di sperimentare la vicinanza reciproca e la bellezza di rivelare se stessi, in assenza di giudizio e in un ambiente protetto.

L’intimità è relazione poiché si può essere intimi solo attraverso un “tu” e quindi un “noi”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.